Note che toccano l’anima e diventano patrimonio di tutti.

Un’esperienza culturale d’eccellenza, organizzata da Black Tie Professional per la Fondazione Carlo Ceper contro il linfosarcoma con il Patrocinio del Comune di Milano. Un momento celebrativo che unisce musica e ricerca medico -scientifica con l’obiettivo di supportare il progetto “Passaporto genetico” del Comitato Maria Letizia Verga di Monza, a sostegno dei piccoli pazienti oncologici.

Fulcro dell’evento del 4 novembre a Palazzo Marino, in Piazza della Scala, sarà il concerto a cura dell’Orchestra italiana del cinema: il primo Ensemble sinfonico italiano,  nato al Forum Music Village di Roma, lo storico studio di registrazione fondato nel 1970 da Ennio Morricone, Piero Piccioni, Armando Trovajoli, Luis Bacalov e diretto oggi da Marco Patrignani.

Obiettivo dell’Orchestra è promuovere in tutto il mondo la straordinaria eredità musicale delle colonne sonore.

Una particolare attenzione è prestata al repertorio storico italiano, sul quale, grazie alla collaborazione di esperti del settore, sono state recuperate partiture di capolavori non pubblicati o mai registrati, con il sostegno di numerose associazioni, fondazioni e archivi pubblici e privati.

Nel corso della sua attività, l’Orchestra ha avuto riconoscimenti da prestigiose istituzioni tra cui: Presidenza della Repubblica, Consiglio dei Ministri, Senato della Repubblica, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Ministero dei Beni e della Attività Culturali e del Turismo, Ministero dello Sviluppo Economico, Unesco, Fondazione Federico Fellini, Fondazione Italia-Cina, Fondazione Cultura e Arte, Ambasciata Britannica in Italia, Cinecittà Luce e Centro Sperimentale di Cinematografia.

Obiettivo della serata è sensibilizzare gli ospiti sul delicato tema del linfoma e delle leucemie in età pediatrica. La Fondazione sostiene infatti il Centro Maria Letizia Verga di Monza, gestito dalla Fondazione Monza e Brianza per il bambino e la sua mamma e accessibile anche attraverso il Servizio Sanitario Nazionale, grazie ad una convenzione con Regione Lombardia, esattamente come un ospedale pubblico.

Il Centro vanta un Laboratorio di ricerca noto a livello nazionale e internazionale.

Uno dei progetti più importanti è il “Passaporto genetico”: lo strumento che individua il profilo genetico (passaporto) di ogni bambino malato, al fine di individuare una terapia personalizzata mirata a offrire le più alte opportunità di guarigione e una riduzione della tossicità.

Per maggiori informazioni o per partecipare scrivere a eventi@fondazionecarloceper.it o info@blacktieprofessional.com